Valle Del SaccoToday

Segni, si costruisce la casa in montagna in legno ma senza autorizzazioni

Un uomo del posto è stato segnalato all’autorità giudiziaria e l’immobile sequestrato dai carabinieri forestale

Si era costruito una vera e propria casa in montagna senza chiedere, però, l’autorizizzazione al comune pensano forse che per le strutture in legno non ce ne fosse bisogno. Una volta scoperto dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Segni, paese sui monti lepini a sud della provincia di Roma,  il proprietario di un terreno agricolo, ubicato nel medesimo Comune, In loc. Marzano, è stato segnalato all’autorità giudiziaria per aver realizzato, appunto senza il permesso di costruire, un fabbricato in legno su base di cemento armato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La casa di 50 metri quadri

Il fabbricato delle dimensioni di circa 50 metri quadri interamente in legno è stato realizzato previa posa in opera di una platea in cemento armato. La struttura, inserita in un contesto agricolo – forestale, ha determinato una modificazione permanente dello stato dei luoghi con conseguente alterazione del paesaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Scontro frontale tra due auto lungo la Cassino-Formia: muore l'89enne Silvana Pellecchia

  • Maxi blitz, ecco chi sono gli arrestati a capo della banda di spacciatori (foto)

  • Coronavirus, test sierologici. Ecco i 15 comuni della provincia di Frosinone scelti per l'indagine

  • Cassino, si barrica in un bar e ferisce al volto un carabiniere

  • Muore a 58 anni il carabiniere Vito Antonio De Vita. Lunedì i funerali

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento