Valle Del SaccoToday

Paliano, presentato il libro dedicato a Santa Maria Goretti

Con la presentazione del volume scatta la mobilitazione per recuperare il casolare dove ha vissuto la Santa in località Colle Gianturco

Presso la rinnovata sala dell’ex cinema Esperia di Paliano è stato presentato un interessante libro su “Santa Maria Goretti gli anni della scuola di santità (1896-1899)", anni in cui la Santa prima di arrivare alle Ferriere di Nettuno, si era fermata in località Colle Gianturco con i genitori in cerca di lavoro, lavoro che avevano trovato presso la famiglia Scelsi dopo i Giuliani. E’ emerso che nella triade dei Casali dove è vissuta santa Maria Goretti manca solamente quello di Paliano

Il breve periodo in Ciociaria

Il libro, edito dal Comune di Paliano, è scritto da Don Dino De Carolis il quale in precedenza ne aveva scritto un altro più completo sul peregrinare della famiglia Goretti. Questa volta l’autore si è soffermato sulla vita vissuta dalla piccola Marietta a Paliano, dove aveva conosciuto peraltro il suo aguzzino, arrivata a soli 6 anni è ripartita a 8 anni e 4 mesi. È rimasta a Paliano due anni e due mesi.

Paliano non fu una parentesi passeggera

Questo arco di tempo, assai lungo, perché rappresenta il momento della scuola “elemetare” dove si imparano le lezioni di base, gli elementi fondamentali dell’esistenza e si imposta la “visione del mondo” che fornirà lo sfondo per tutte le grandi scelte della vita - si legge ancora nel libro a pag 81 - Paliano non fu una semplice parentesi passeggera, che passò senza lasciare tracce, ma costituì una tappa fondamentale nella formazione di Maria: la sua vera scuola di vita e di vita cristiana”. Poi l’interessante pubblicazione, illustra la scuola dei genitori".

Sigalini la elegge patrona delle violenze sulle donne

Molto interessante la prefazione del già vescovo di Palestrina Mons. Domenico Sigalini che scrive “Santa Maria Goretti ci protegga sempre, faccia terminare queste continue e assurde violenze che vengono fatte alle donne, cambi i cuori di tutti noi, cui, con il suo martirio, ha dato la certezza della forza di Dio, che non ci abbandona mai”.

La testimonianza

Durante la presentazione del libro è emersa anche una testimonianza interessante da parte di Fernanda Middei che sentiva i racconti della madre che aveva un negozio di generi alimentari al fianco di una sarta, presso la quale si recava la giovinetta Maria Goretti per "farsi rammendare i vestitini e qualche volta rimase anche a dormire dalla sarta. Mia mamma ebbe modo di conoscerla meglio quella bambina che sembrava una santa a prima vista”.

Approfondita ricerca storica

Quindi un libro che si deve leggere, perché è un importante pezzo di storia della città di Paliano.  Un bel lavoro editoriale che  Don Dino De Carolis ha saputo ben esporre con riferimenti a precedenti pubblicazioni, segno questo di un’approfondita ricerca storica e bibliografica.

Padre Giovanni Giorgi ha richiesto le spoglie

Pertanto un invito preciso é arrivato da Padre Antonio Coppola, sacerdote della chiesa dove sono tenute le spoglie di Santa Maria Goretti a Nettuno, ha auspicato che il casolare di Paliano possa tornare ad essere veramente un luogo di culto e padre Giorgi ha ufficialmente richiesto le spoglie della bambina a Santa Maria Pugliano.

Le parole del sindaco

Il Libro di Fratel Dino De Carolis sulla figura di Santa Maria Goretti offre in controluce a noi amministratori la possibilità di tornare a puntare l’attenzione verso quel patrimonio comune rappresentato dai camini religiosi, una risorsa fondamentale a cui attingere per accrescere il valore del territorio nel rispetto delle sue radici più sincere.  L’augurio  quindi - aggiunge il sindaco Domenico Alfieri - che questo lavoro oltre che ad uso dei fedeli della Santa bambina, possa aprire un dibattito proficuo tra istituzioni civili e religiose su quel che un giorno potrebbe essere il “ cammino della Piccola Maria”, un percorso in grado di legare la città di Paliano ad altri luoghi, e su cui cementare non un semplice itinerario turistico ma un vero e proprio sentiero di vita”. A voi lascio i commenti, visto che la giunta Giordani, nel Piano Regolatore Generale aveva previsto per quella zona- zona di culto- i Giuliani avevano fatto ricorso al Tar, che hanno perso e il comune avrebbe dovuto pagare l'esproprio circa 150.000 che non è riuscito a pagare, perché non c'erano i soldi. Oggi la sottoscrizione?

Potrebbe interessarti

  • Piscine all'aperto a Frosinone e provincia: orari, costi e giorni di apertura

  • Sospensione del servizio idrico prevista per martedì: le zone interessate di Frosinone e dei comuni ciociari

  • In tremila per i 25 anni di Nuovi Orizzonti e Papa Francesco telefona in diretta

  • Ecco come funzionano le fototrappole. Elevate le prime multe agli "sporcaccioni" fino a 500 euro

I più letti della settimana

  • Trovato morto nel fiume Liri Piero Pallagrossi

  • Fiuggi, duro colpo allo spaccio in centro. In 6 beccati con oltre 15 kg di droga (video)

  • Cassino-Sant’Andrea, presa la banda di spacciatori di eroina. Tra gli arrestati lo Spagnolo ed Attila

  • Rifiuti, arrestati i titolari della 'Tac Ecologica'. A Piglio sequestrato il centro di trasferenza

  • Valmontone, 42enne del posto trovata morta nel giardino di casa

  • Ferentino, Elisa Ciotti uccisa a martellate dal marito aveva origini ciociare

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento