Valle Del SaccoToday

Colleferro, inaugurato il museo archeologico Toleriese

Numerose le autorità intervenute a cominciare dal Presidente del Consiglio Regionale Daniele Leodori e dai rappresentanti delle amministrazioni comunale dei paesi limitrofi

Grande partecipazione di pubblico all’inaugurazione del Museo Archeologico  Comunale  Toleriense, realizzato con la partecipazione dell’Italcementi, delle associazioni locali, delle scuole, che peraltro si sono messe in mostra con i loro lavori all’esterno del museo.

La storia e l’esposizione

La prima inaugurazione, come  ha riferito Angelo Luttazzi,  è avvenuta nel lontano 1970.  Nell’attuale allestimento è possibile osservare un esempio delle faune che popolavano il territorio nel Pleistocene medio. Ogni vetrina è dedicata ad un animale; in quella adibita ai resti di Elephas antiquus sono esposti un bacino, una falange e un frammento di molare.  Il Progetto Espositivo  è il  risultato di un lavoro di ricerca, di documentazione e di conservazione che hanno visto coinvolti per più 40 anni il Gruppo Archeologico Toleriense  e gli  organismi  statali preposti alla tutela (Soprintendenza Archeologica per il Lazio). Inteso come strumento di educazione permanente,  il  Museo Archeologico del Territorio Toleriense  prevede l'itinerario e l''esposizione di documenti e testimonianze del territorio che fornisce gli elementi necessari per la conoscenza delle tappe percorse dalla civiltà attraverso i secoli,  sino alle soglie della fase industriale.

Il presidente del Consiglio regionale Leodori

Finalmente, grazie alla collaborazione del comune di Colleferro, il Museo ha trovato una sede stabile. Presente alla cerimonia inaugurale anche il Presidente del Consiglio Regionale Lazio  Daniele Leodori che ha sottolineato lìimportanza del museo e del suo ruolo nel panorama culturale  ed anche  come punto di riferimento locale, anche se per ci vorrà del tempo perche si radichi come realtà museale e culturale di primo ordine a livello locale. 

Le personalità presenti

In sala anche i Consiglieri Regionali, Patanè, Mattia e  Ognibene, oltre al Vescovo di Velletri ,Mons. Vincenzo Apicella, che ha ringraziato il Comune per l’invito ed ha apprezzato moltissimo l’iniziativa, il Comandante della Compagnia di Colleferro Ten. Ettore Pagnano, il Vice Questore, dirigente Commissariato PS di Colleferro  Dr. Orlando Ottone Parrella,  tutta la giunta comunale di Colleferro ed ad alcuni consiglieri Comunali, che il Sindaco Pierluigi Sanna ha ringraziato. Ovviamente presente  come esponente della Italcementi che ha creduto, insieme all’amministrazione Comunale, a questo importante progetto culturale, l’Ing. Lorenzo Metullio. Presenti inoltre, il sindaco di Labico Giovannoli e la rappresentante del Comune di Artena.

Il commento del sindaco Sanna

Il Sindaco Pierluigi Sanna ha raccontato la storia moderna e futura della città di Colleferro, una città in continua evoluzione e che deve trasformarsi in una città della Cultura, specialmente visto il successo e la vittoria del bando della Regione Lazio a tema e, soprattutto, ha lanciato anche il progetto della  "Città dello Spazio nel 2022", altra importante iniziativa di valore internazionale. Un ruolo ambizioso e di spicco che tutti i presenti non solo le autorità auspicano che Colleferro possa ricoprire viste le sue potenzialità, le sinergie con le associazioni locali, l'impegno dei cittadini e dell'amministrazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 25 maggio: nessun contagio ma, dopo 8 giorni, un altro decesso

  • Coronavirus, anche a Valmontone i casi dei positivi raggiungono la doppia cifra

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento