Valle Del SaccoToday

Colleferro, Cacciotti si difende: “il consiglio è stato rinviato perché sono rimasto bloccato in Regione per evitare l’aumento della TARES”

Dopo la pesante polemica di lunedì scorso messa in atto da consiglieri di minoranza, appena appresa la notizia del rinvio del consiglio comunale con tanto d’incatenamento sotto l’ingresso del municipio, il Sindaco Cacciotti ha deciso di spiegare...

Dopo la pesante polemica di lunedì scorso messa in atto da consiglieri di minoranza, appena appresa la notizia del rinvio del consiglio comunale con tanto d’incatenamento sotto l’ingresso del municipio, il Sindaco Cacciotti ha deciso di spiegare le cause di questo rinvio attraverso il suo profilo di Facebook, in un primo momento e poi, solo oggi, con un comunicato ufficiale, rispedendo al mittente qualsiasi strumentalizzazione e confermando che è rimasto bloccato in Regione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Basta con le strumentalizzazioni. Ribadisco che lunedì, insieme al Segretario Generale, al Vice Sindaco e al Direttore di Ragioneria, ero impegnato presso la Regione Lazio per un’importante riunione, nel tentativo di scongiurare l’aumento della TARES. Mi scuso se il Consiglio non si è potuto tenere ma la questione che stavamo affrontando era di assoluto rilievo per tutta la Comunità, non potevamo lasciar perdere e andare via, credo che i cittadini lo capiscano”. Il sindaco Mario Cacciotti interviene spiegando i motivi che hanno portato al rinvio inaspettato del Consiglio comunale convocato per lunedì scorso. “L’incontro è andato al di là di quanto previsto – spiega Cacciotti – ed è tutto verificabile, alla Regione, presso l’Ufficio Ambiente, dove non sono certo della mia corrente politica. Chiunque può controllare la veridicità di quanto dico. Credo che la questione che si stava affrontando fosse più importante dello spostamento di un Consiglio comunale che può essere fatto in uno dei prossimi giorni. Perciò basta con le strumentalizzazioni su questo rinvio. Mi dispiace per l’imprevisto spostamento ma credo di aver fatto il mio dovere, sarà la gente a decidere se ho fatto bene”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna rom occupa appartamento di un anziano deceduto, i vicini si ribellano: scoppia la baraonda

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • Cassinate, schianto lungo la Casilina, un'auto ribaltata e un furgone distrutto (foto)

  • Cade in dirupo sui monti di Terelle, corsa contro il tempo dei soccorritori

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento