Valle Del SaccoToday

Colleferro, il ministro Costa e Zingaretti in visita ai terreni della bonifica per l'avvio di Arpa 2

Accolti dal sindaco Sanna, dai vertici dell’Avio e della Secosvim hanno fatto il punto sulla situazione dell’ampia operazione di bonifica che va avanti da oltre 10 anni

Visita lampo questa mattina del Ministro Sergio Costa, accompagnato dal presidente della Regione Lazio e segretario nazionale del PD Nicola Zingaretti che insieme ad assessori e consiglieri regionali hanno visitato il sito all’interno dell’Avio ma di proprietà della Secosvim dove è in corso la seconda fase della bonifica denominata Arpa 2 e quello del precedente intervento di Arpa 1. In pratica oggi è stato dato l’avvio dei lavori di messa in sicurezza permanente della zona. Si tratta di un importante progetto di riqualificazione ambientale che interessa il Comprensorio Industriale di Colleferro. Il sito interessato dall’intervento si estende per circa un ettaro e mezzo. 

In un’area dove potrebbero essere ritrovati ordigni bellici della seconda guerra mondiale saranno rimossi 157mila metri cubi di terra e rifiuti contaminati, che saranno confinati in apposite ‘baie’ in attesa della impermeabilizzazione del terreno dove poi saranno ricollocati e ricoperti, come si fa con la chiusura di una vera e propria discarica.

Intanto il processo sta per arrivare a conclusione

Ad accoglierli oltre al sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna, i vertici dell’Avio e della stessa Secosvim. Il Ministro Costa ha voluto vedere con i suoi occhi dove e come verranno utilizzati parte dei 50 Mln di euro stanziati a marzo scorso con il precedente governo.

Necessari molti altri anni per far tornare la situazione alla normalità

Tutti sono stati d’accordo sul fatto che dopo oltre 10 anni di lavori di bonifica ce ne vorranno molti altri per far tornare la situazione alla normalità e comunque per altri 30 anni la situazione di questa zona sarà tenuta sotto controllo in quanto nel sotto suolo sono presenti anche delle falde acquifere e per questo motivo sono stati utilizzate delle tecniche innovative con sabbia e carboni attivi per filtrare i liquidi.

Il presidente Zingaretti è andato anche oltre la bonifica: 

non bisogna solo bonificare ma dare a questa zona una nuova vocazione produttiva che valorizzi anche la bellezza ambientale del territorio. Oltre questa fase scientifica di risanamento e bonifica dobbiamo pensare insieme a una fase in cui accanto ai controlli ci sia la creatività per far nascere in questo luogo nuove opportunità”.

L’augurio del presidente della Regione è che “quanto sta avvenendo e quanto avverrà nei prossimi giorni arrivi nelle case degli italiani come un messaggio di fiducia e speranza: non è vero che le cose non cambiano mai perché si apre una nuova pagina della storia di questo territorio e diamo un buon esempio al paese sul fatto che le cose possono cambiare in meglio. La bonifica non sia solo una bonifica ma il primo tassello di rinascita di questa parte bellissima del Lazio

16 mesi la durata dell'intervento

Il cronoprogramma - come ripoerta l'agenzia dire - prevede che i lavori vengano ultimati entro 470 giorni (circa 16 mesi). La gestione dell’intervento, sotto il profilo tecnico e finanziario, è stata affidata alla Regione Lazio, come responsabile unico dell’attuazione. La copertura finanziaria è garantita dai fondi individuati nell’accordo di programma. Inoltre, a parziale copertura dei costi che saranno sostenuti in anticipazione dalla Regione Lazio ci sarà, sulla base di un accordo transattivo, una restituzione dell’80% dei costi sostenuti, sotto forma di contributo economico volontario, da parte della Se.Co.Sv.Im., soggetto privato proprietario dell’area.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Colleferro, operaio muore all'interno della discarica di Colle Fagiolara

  • Piglio-Anagni, rifiuti e mazzette. Gare vinte grazie a soldi ed auto a noleggio al tecnico comunale

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Cassino, 'movida' da panico tra grida, pugni e colpi di pistola in aria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento