Valle Del SaccoToday

Artena, nuova incursione notturna nella Serangeli. Cosa c’è dietro questa sfida alle istituzioni?

Dopo l’ennesimo furto in pochi giorni il sindaco ha emanato una nuova ordinanza di chiusura. L’amministrazione al fianco dei carabinieri per scovare i colpevoli

Oramai sta diventando una vera e propria sfida alle istituzioni. Non si tratta più di semplici atti vandalici ma molto probabilmente dietro potrebbe esserci qualche delinquente “organizzato”. Stiamo parlando di quello che sta succedendo ad Artena nelle ultime settimane. Nel giro di pochi giorni dei ladri sono entrati per ben tre volte nella scuola Serangeli, l’ultima questa notte con il furto di un PC, e stanno creando grossi problemi all’attività didattica.

L’ordinanza di chiusura

Questa mattina il sindaco Angelini, presente sul posto insieme agli altri assessori ed ai carabinieri della locale stazione, ha dovuto emettere una nuova ordinanza di chiusura per altri tre giorni per ripristinare e riportare alla normalità la situazione dopo quella della settimana scorsa resasi necessaria dopo lo svuotamento degli estintori. Una situazione che sta diventando veramente difficile e che vede gli amministratori locali costretti a prendere drastiche decisioni.

Lo sconcerto dell’assessore Caschera

“In primis, non consento di dire – spiega l’assessore alla pubblica istruzione Avv. Lara Caschera - che l’Amministrazione di Artena affronta con trascuratezza i problemi riguardanti la scuola e soprattutto detto da esponenti della minoranza e ne consento critiche da chi fino a qualche tempo fa aveva ricoperto ruoli molto importanti all’interno della giunta. Su questi episodi così gravi non si può fare strumentalizzazione politica.

Ancora un furto nella notte

Questa amministrazione, in seguito agli spregevoli atti vandalici che hanno colpito il plesso della Serangeli, è intervenuta tempestivamente, dapprima facendo eseguire interventi di pulizia straordinaria dei locali interessati che hanno comportato sinanche la disinfestazione battericida con atomizzatore nell’area oggetto degli atti suddetti, terminato in data 03.11.2018, ed in data odierna, facendo eseguire nuovi interventi di pulizia straordinaria, che hanno interessato tutti i locali scolastici, così come in dettaglio riportato nella nota del responsabile del servizio che allego alla presente comunicazione.

La presenza nelle scuole

Tengo anche a precisare che l’Amministrazione è stata sempre presente nella scuola, con almeno un membro della giunta, non appena ricevuta la notizia del fatto, così come nei giorni successivi. Il Comune ha posto in essere in maniera tempestiva tutti gli atti che dovevano essere assunti e proprio per scongiurare ancora la possibilità che tali, deplorevoli, fatti si verifichino, preannuncio che la prossima settimana verranno installate ben otto telecamere nei plessi della “De Gasperi” e della “Serangeli”. Questi sono i fatti. Il resto attiene a mere strumentalizzazioni della vicenda, che non mi appartengono, tanto più quando si tratta di bambini, per la sicurezza dei quali questa amministrazione ha mostrato particolare sensibilità, attivandosi per la prima volta da sempre, per la verifica tecnica sulla vulnerabilità sismica degli edifici scolastici.

L’arrivo delle telecamere

“Di concerto con l’assessorato ai lavori pubblici – continua ancora la Caschera – abbiamo trovato i fondi per installare, nei prossimi giorni, otto telecamere nei due plessi della Serangeli e della De Gasperi. Anche se siamo sicuri che forse non basteranno ad intimorire questi delinquenti. Faremo di tutto per supportare le indagini dei carabinieri affinché vengano smascherati quanto prima”

Potrebbe interessarti

  • Coop, ultima settimana di attività: chiusura fissata per il 22 giugno

  • Incendio alla Mecoris, livelli di Pm10 alti. Chiusi gli uffici pubblici e stop alle attività private

  • Ha pedalato per 19 ore di seguito lungo i tornanti di Montecassino, è record

  • Il Lazio Pride? Una partenza con il botto

I più letti della settimana

  • Brucia azienda di smaltimento rifiuti speciali, nube nera su Frosinone. Aria irrespirabile

  • Coop, ultima settimana di attività: chiusura fissata per il 22 giugno

  • Ceprano, giornalista muore dopo essere stata al pronto soccorso, sequestrata la salma

  • Strangolagalli, imprenditrice di 47 anni, schiacciata da un muletto, una morte tinta di giallo

  • Colleferro, ispettore di Polizia si sente male in commissariato e muore in ospedale

  • Roccasecca, tre vigili urbani non vanno in processione: condannati a sei mesi di carcere

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento