Valle Del SaccoToday

65 enne trovato morto in riva al fiume con 15 colpi di machete sul corpo

Tragica fine per un uomo di Artena, Mario Carmelo Calabrese, che da oltre 20 anni viveva nel nord del Brasile. I poliziotti brasiliani pensano che si possa trattare di una rapina finita male

Da qualche giorno non si avevano più sue notizie e gli amici avevano anche lanciato un messaggio su facebook per ritrovarlo ma nessuno avrebbe mai pensato ad un’orrenda fine come questa. Carmelo Mario Calabrese (foto in alto tratta da facebook) è stato trovato morto, nelle ore scorse, in riva ad un fiume con il corpo massacrato da 15 colpi di machete.

Carmelo Mario Calabrese originario di Artena, paese a sud di Roma sui monti lepini, viveva in Brasile da oltre 20 anni nella città del Nord Paco do Lumiar. La salma sarebbe stata avvistata da alcuni pescatori che passavano sul fiume Tibiri a Sao Luis, e questi hanno chiamato subito la polizia.

Arrivati sul posto, dopo l’identificazione della salma, i poliziotti si sono recati nell’abitazione del 65enne artenese ed hanno trovato tutto sotto sopra e soprattutto mancavano anche degli elettrodomestici. La polizia brasiliana propende per una rapina finita male anche perché sono state trovate tracce di sangue nel bagno e nel garage.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Marco Luccarelli è scomparso da una settimana. L'appello del padre: "aiutatemi a ritrovare mio figlio"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • Sanità, addio codice rosso nei Pronto Soccorso. Dal 2020 i numeri sostituiranno i colori

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento