Valle Del SaccoToday

Sgurgola, ritrovato un anziano fuggito da Bari. Esperia, si erano persi per andare a funghi da Formia

Ferentino, i carabinieri  della locale Stazione, collaborati dai colleghi del NORM della Compagnia di Anagni, traevano in arresto per “violazione di domicilio e tentato furto aggravato” un 43enne  di nazionalità rumena, già censito.

Ferentino, i carabinieri della locale Stazione, collaborati dai colleghi del NORM della Compagnia di Anagni, traevano in arresto per “violazione di domicilio e tentato furto aggravato” un 43enne di nazionalità rumena, già censito.

Lo stesso, veniva sorpreso dai militari operanti all’interno del perimetro di una villetta isolata ubicata in zona periferica della città mentre tentava di forzare una finestra. Veniva altresì accertato che il prevenuto, poco prima, aveva già prelevato una grossa anfora da giardino che veniva poi recuperata e restituita all’avente diritto.

Nel pomeriggio di ieri, in Sgurgola, i militari della locale Stazione, allertati da alcuni passanti, rinvenivano su una zona adiacente la tratta ferroviaria Roma-Napoli un cittadino italiano di origine pugliese che mostrava evidenti problemi psichici. Lo stesso, lamentava dolori agli arti verosimilmente imputabili ad una caduta dalla massicciata della rete ferroviaria.

Le prime verifiche, eseguite dopo che personale del “118” aveva condotto il predetto presso l’Ospedale Civile di Frosinone per le cure del caso, permettevano di stabilire che il malcapitato si era allontanato arbitrariamente dal Policlinico di Bari ove era ricoverato per disturbi mentali.

Nella giornata odierna, in Sgurgola, i militari della locale Stazione, al termine di attività info-investigativa, localizzavano e traevano in arresto un 41enne cittadino rumeno, colpito da mandato di arresto europeo e ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalle Autorità rumene in data 2 dicembre 2010 poiché ritenuto responsabile di guida con patente revocata e rifiuto di accertamenti biologici per la rilevazione del tasso alcolemico.

L’arrestato, che deve scontare una pena detentiva di anni 2 e mesi 10 di reclusione, è stato associato temporaneamente presso la Casa Circondariale di Frosinone a disposizione della Procura Generale di Roma.

COMPAGNIA DI FROSINONE

Nel pomeriggio di ieri, in Frosinone, i militari del NORM della locale Compagnia, nel corso di predisposti servizi per il controllo del territorio, traevano in arresto nella flagranza di reato per “inosservanza delle prescrizioni della sorveglianza speciale” un 35enne di Ferentino, già censito.

Il ragazzo, pur essendo sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel comune di residenza, veniva fermato nel comune di Frosinone a bordo di un’autovettura condotta da altra persona. Nel corso della perquisizione personale, lo stesso veniva altresì trovato in possesso di due involucri contenenti “cocaina” per complessivi gr. 0,40 e, pertanto, veniva segnalato anche alla Prefettura di Frosinone ai sensi dell’art. 75 del DPR. 309/90.

L’arrestato, ad espletate formalità di rito, veniva sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

COMPAGNIA DI PONTECORVO

Nella mattinata odierna, in Aquino, i militari della locale Stazione, a conclusione di attività info-investigativa, deferivano in stato di libertà un 73enne di Roccasecca per “evasione dagli arresti domiciliari” cui era sottoposto dall’aprile 2012.

Gli accertamenti effettuati dai militari operanti consentivano di verificare l’uomo , alle ore 19,30 dello scorso 27 settembre, era stato soccorso da personale del “118” in Roccasecca, a circa 300 metri dalla propria abitazione poiché in evidente stato di manifesta ubriachezza.

Nella mattinata di ieri, un 73enne ed un 46enne residenti entrambi a Formia (LT), si inoltravano nell’area boschiva sita in località Canale, area montana del comune di Formia, alla ricerca di funghi, sorpresi dalla nebbia e dalle successive avverse condizioni meteorologiche, perdevano l’orientamento tra i sentieri boschivi e tramite telefono cellulare di uno dei due, alle ore 16,00, allertavano la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Formia.

Le immediate ricerche dei dispersi, attivate da personale della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo e Formia, nonché della Protezione Civile e Vigili del Fuoco di Formia, consentiva successivamente ai militari della Stazione CC di Esperia attraverso un servizio di battuta a piedi nel territorio montano a confine con la Provincia di Latina di rintracciare, alle ore 19,00, i malcapitati in località Polleca, area montana del comune di Esperia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due uomini, godendo di buona salute, venivano accompagnati presso il Comando Stazione CC di Esperia dove erano attesi dai propri familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna rom occupa appartamento di un anziano deceduto, i vicini si ribellano: scoppia la baraonda

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • Cassinate, schianto lungo la Casilina, un'auto ribaltata e un furgone distrutto (foto)

  • Cade in dirupo sui monti di Terelle, corsa contro il tempo dei soccorritori

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento