Valle Del SaccoToday

Regione, lavoro; Abbruzzese (F.I. ): presentata interrogazione a Zingaretti su agevolazioni l. 181/89 ( Area di Crisi Complessa)

Ho presentato una interrogazione a risposta immediata al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, per sapere quali iniziative ha assunto la Regione Lazio per individuare territori – Sistemi locali del Lavoro- che presentano indicatori...

Ho presentato una interrogazione a risposta immediata al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, per sapere quali iniziative ha assunto la Regione Lazio per individuare territori – Sistemi locali del Lavoro- che presentano indicatori tali da poter essere inseriti nelle aree di crisi oltre a quelli già definiti e costituiti dal SLL di Rieti ( Area di crisi non complessa) e dal SLL di Frosinone Anagni( Area di crisi complessa) ed accedere quindi alle agevolazioni previste dalla Legge 181/89”. Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio e presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali.

“ Il Ministero dello Sviluppo Economico ha disciplinato con D.M. 9 giugno 2015 i criteri e le modalità di applicazione delle agevolazioni previste dalla L.181/89 sulle aree di crisi industriale non complessa, ma che presentano comunque un impatto significativo sullo sviluppo e l’occupazione dei territori interessati individuati nei Sistemi di Lavoro locali. In particolare l’Art. 2. (Ambito di applicazione) del suddetto D.M. stabilisce cheAl fine di promuovere il rilancio delle aree colpite da crisi industriale attraverso la valorizzazione della vitalità imprenditoriale e delle potenzialità dei singoli territori, il presente decreto stabilisce i termini, le modalità e le procedure per la presentazione delle domande di accesso, nonché i criteri di selezione e valutazione per la concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore di programmi di investimento finalizzati alla riqualificazione delle aree di crisi industriali ai sensi dell’articolo 27, commi 8 e 8-bis, del decreto-legge n. 83 del 2012”

La legge 181/89 è l'incentivo per il rilancio delle aree colpite da crisi industriale e di settore finanziando iniziative imprenditoriali per rivitalizzare il sistema economico locale e creare nuova occupazione, attraverso progetti di ampliamento, ristrutturazione e delocalizzazione. Gli incentivi sono stati riavviati con la pubblicazione del succitato Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 9 giugno 2015, con importanti novità: sono finanziabili, oltre a progetti d’investimento industriale, anche i programmi di investimento per la tutela ambientale, il turismo e i progetti di innovazione organizzativa; la partecipazione al capitale sociale da parte di Invitalia non è più obbligatoria: è stata ridotta ad 1,5 milioni di euro la soglia minima dei progetti d’investimento da agevolare. Ciò rende più facile l’accesso ai contributi da parte delle PMI. L’incentivo è rivolto alle imprese costituite in società di capitali, comprese le società cooperative e le società consortili

Per poter avviare gli interventi agevolati a valere sui fondi della L.181/89, sopra evidenziati, lo stesso Ministero ha invitato le Regioni ha proporre l’elenco dei territori da candidare per poter usufruire delle agevolazioni individuati secondo i seguenti indicatori ISTAT, di cui all’art 4 del D.M 4 agosto 2016 “Criteri e modalita” di selezione dei territori candidabili alle agevolazioni previste per le aree di crisi industriale non complessa”.

I criteri individuati sono: specializzazione produttiva, Combinazione del tasso di occupazione e disoccupazione, variazione occupazione e disoccupazione, produttività del lavoro.

Nell’allegato 1 “Elenco dei territori candidabili alle agevolazioni previste per le aree di crisi industriale non complessa” del Decreto Ministeriale 9 giugno 2015, sono riportati, tra gli altri, i seguenti territori della Provincia di Frosinone: CASSINO – SORA. Il termine per la presentazione delle proposte, scade il 3 novembre 2016, oltre il quale termine, trascorsi 30 giorni, il Ministro, accertata la regolarità formale delle proposte pervenute dalle Regioni, pubblica l’elenco nazionale dei territori candidati alle agevolazioni previste per le aree di crisi industriale non complessa e definisce i termini per la presentazione delle domande di agevolazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La persistente situazione di crisi, industriale ed occupazionale, in alcuni territori della nostra Regione e di quelli della provincia di Frosinone in modo particolare, richiede sempre più la necessità di usufruire di tutti gli strumenti, legislativi e finanziari, in grado di ricreare le condizioni per un nuovo sviluppo”. Ha concluso Abbruzzese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Ceccano, è Marcello Pisa il morto trovato nel carrello. Nuovi dettagli raccapriccianti

  • Ceccano, Marcello Pisa morto non lontano dal carrello in cui è stato trovato

  • Scandalo alla Croce Rossa, il presidente denuncia ammanchi per 300 mila euro

  • Amazon a Colleferro, al via la selezione per i magazzinieri. Ecco come fare per candidarsi

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento