Valle Del SaccoToday

Frosinone, firmato all’ASI da Zingaretti e De Angelis protocollo per reindustrializzazione della Videocon di Anagni

Siglato tra Asi e Regione Lazio il protocollo d’intesa per la reindustrializzazione della ex Videocon. Ieri pomeriggio, al termine dell’incontro molto partecipato tenutosi nella Sala riunioni dell’Asi, Nicola Zingaretti e Francesco de Angelis...

1-12

Siglato tra Asi e Regione Lazio il protocollo d’intesa per la reindustrializzazione della ex Videocon. Ieri pomeriggio, al termine dell’incontro molto partecipato tenutosi nella Sala riunioni dell’Asi, Nicola Zingaretti e Francesco de Angelis hanno siglato il documento che darà il via alla pratica per il rilancio dello stabilimento ex Vdc. Se non interverranno fattori negativi, già entro ottobre potrà essere pubblicato il bando internazionale per la ricerca di imprenditori volenterosi ed affidabili. Oltre al Prefetto Zarrilli, a numerose personalità politiche ed ai sindaci del territorio, c’era Maurizio Stirpe presidente di Unindustria al tavolo di presidenza, Alessandro Casinelli presidente di Federlazio, Paolo Orneli segretario particolare dell’assessore regionale alle AAPP

5

EX VIDEOCON: ZINGARETTI, INTESA CON ASI DI FROSINONE PER REINDUSTRIALIZZAZIONE SITO

Entra nel vivo la fase operativa del percorso di riqualificazione e rilancio del sito della ex Videocon di Anagni. È stato infatti firmato oggi, a Frosinone, dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e dal presidente del Consorzio Asi di Frosinone, Francesco De Angelis, il protocollo d’intesa per la reindustrializzazione del sito ex Videocon di Anagni. L’accordo prevede che il Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Frosinone concluda la procedura di acquisizione del sito ex Videocon e fornisca supporto tecnico, organizzativo e operativo per la sua reindustrializzazione. La Regione, dal canto suo, attiverà tutte le misure necessarie a supportare il consorzio nel mantenimento del sito fino alla sua vendita o riqualificazione industriale; inoltre sosterrà l’Asi nella ricerca di partner che possano contribuire al processo di reindustrializzazione. La firma di questa intesa è un passaggio fondamentale per far partire l’iter di recupero e rilancio dell’impianto della ex Videocon, dove la produzione si è definitivamente fermata oltre sei anni fa. Con la sigla del protocollo, infatti, adesso l’Asi potrà procedere all’acquisizione del sito – a costo zero grazie alle disposizioni della legge 448/1998 – e successivamente promuovere una call internazionale destinata a raccogliere proposte di imprese interessate a investirvi.

“Il caso della Videocon è emblematico per quanto riguarda gli effetti della crisi sul comparto industriale – ha spiegato Zingaretti - L’impianto, infatti, è stato per molti anni la seconda fabbrica più grande del Lazio dopo la Fiat di Cassino prima di entrare, a partire dalla metà degli anni duemila, in una crisi sempre più profonda segnata da passaggi di proprietà, arresto della produzione, cassa integrazione, esuberi, mobilità e fallimento. Oggi riparte il processo di riqualificazione della ex Videocon che si inserisce all’interno del più ampio progetto di reindustrializzazione dell’economia laziale”.

Il Protocollo si inserisce in un’azione specifica a favore del comparto produttivo della Ciociaria che ha portato già alla firma, con il Ministero dello Sviluppo Economico, dell’Accordo di Programma per il sistema locale del lavoro Frosinone-Anagni che genererà la firma di due importanti contratti di sviluppo con altrettanti grandi gruppi industriali e quindi l’arrivo di investimenti per circa 100 milioni di euro.

UNINDUSTRIA STIRPE: “BENE IL PROTOCOLLO PER L’EX VDC, ORA PUNTIAMO AL PIANO DI REMANUFACTURING”

“La firma del protocollo d’intesa per la reindustrializzazione dell’area ex Videocon firmato oggi presso il Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Frosinone è sicuramente un punto di partenza importante per cercare di risolvere l'emergenza occupazionale del nord della provincia di Frosinone. Ora dobbiamo fare un ulteriore passaggio e puntare al grande progetto di remanufacturing lanciato da Unindustria ed ideale contenitore di artigianato digitale e Start Up”.

Ad intervenire è il Presidente di Unindustria Maurizio Stirpe a margine della firma del protocollo siglato alla presenza del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

“Sulla Tiburtina – aggiunge Stirpe - ci sono tante aziende che vorrebbero espandersi e potrebbero trovare a 40 km da Roma uno spazio ideale spazio per farlo. Inoltre bisognerà essere in grado di intercettare le opportunità del grande investimento che FCA farà a Cassino. Anche in questo caso Unindustria ha presentato al Presidente Zingaretti il progetto di polo tecnologico trans regionale dell'automotive perché il 90% degli investimenti futuri riguarderà il quadrilatero tra lo Stabilimento di Piedimonte, quello di Pomigliano, l’Università di Cassino e di Napoli. Infine – conclude Stirpe - bisognerà saper cogliere le opportunità che verranno dal Giubileo del 2016 e successivamente dalle Olimpiadi del 2024 perché la Provincia di Frosinone assuma un ruolo da protagonista anche sui grandi eventi. Sono questi gli assi su cui costruire rilancio e sviluppo economico e occupazionale dell'area, garantendo la massimizzazione delle ricadute”.

SCALIA: OTTIMO ZINGARETTI SULLA REINDUSTRIALIZZAZIONE DEI SITI DISMESSI.

"L'acquisizione da parte dell'ASI a costo zero del sito ex Videocon e l'offerta dello stesso a titolo gratuito tramite bando pubblico ad operatori che ne riattivino la produzione industriale è una pratica virtuosa che deve poter essere replicata per tutti i siti dismessi della provincia. La gran parte di questi stabilimenti è stata realizzata con i finanziamenti dell'intervento straordinario per il Mezzogiorno. Si trovano quindi nella medesima condizione giuridica in cui si trovava il sito ex Videocon, per il quale già tre anni fa prospettai l'acquisizione a titolo gratuito da parte dell'ASI. Infatti, il finanziamento pubblico in passato utilizzato per la costruzione degli opifici oggi dismessi deve essere recuperato dal Consorzio industriale, rivalutato ad oggi, e scomputato dai costi di acquisizione della proprietà del sito. In qusto modo le industrie dismesse potranno essere acquisite dall'ASI a costo zero e assegnate, sempre a titolo gratuito, mediante selezione pubblica, a chi ne garantirà la ripresa produttiva."

BUSCHINI AREA VIDEOCON: “GRANDE ATTENZIONE PER LA PROVINCIA DI FROSINONE PER RILANCIARE L’ECONOMIA E L’OCCUPAZIONE”

“La firma del protocollo di intesa per la reindustrializzazione dell’ex area Videocon, siglata oggi tra il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il Presidente Asi Francesco De Angelis, segna un punto importante per il rilancio della struttura di Anagni: vogliamo generare progetti industriali su siti produttivi dismessi e rilanciare così l’economia e l’occupazione del territorio. La reindustrializzazione è un obiettivo che, come Regione, perseguiamo concretamente e in quest’ottica vanno pensati gli oltre 150 milioni che destiniamo per rinvigorire il tessuto produttivo del Lazio”.

Lo dichiara in una nota il consigliere regionale e Presidente della Commissione Bilancio Mauro Buschini a margine del protocollo di intesa tra Asi e Regione Lazio.

“L’accordo per l’ex Videocon di Anagni – spiega Buschini – rappresenta il progetto pilota del programma regionale “Valore aggiunto Lazio”. Un segno di grande attenzione verso la Provincia di Frosinone per un piano che prevede la collaborazione con gli enti locali, le parti sociali, le associazioni di categoria e tutto il mondo scientifico e accademico: le imprese saranno supportate per progetti di internazionalizzazione e innovazione. Un nuovo sviluppo è possibile e la Regione Lazio è al fianco delle imprese in difficoltà: lavoriamo sin dal nostro insediamento per rivitalizzare i nostri siti industriali ed uscire così dalla crisi che ha paralizzato l’economia con un impatto duro sull’occupazione”.

COSÌ DANIELA BIANCHI COMMENTA LA FIRMA DEL PROTOCOLLO D'INTESA PER LA REINDUSTRIALIZZAZIONE DEL SITO EX VDC DI ANAGNI SIGLATA OGGI A FROSINONE

Senza dimenticare gli interventi previsti di bonifica dell’area, infatti, con la riacquisizione del sito da parte dell’Asi e l’avvio della riconversione dell’area industriale, circa 7 ettari coperti, si mette in moto una nuova fase di sviluppo sostenibile per la zona.

Dal 2013 con il Consorzio Asi stiamo lavorando a questo grande progetto, e con un grande lavoro di collaborazione con la Regione Lazio, oggi diamo il via non ad azioni spot, ma a politiche mirate e di sistema a beneficio dell’intera provincia di Frosinone.

L’accordo firmato oggi prevede che la Regione affianchi e sostenga il consorzio Asi sia nell’accesso alle risorse europee destinata a questo tipo di interventi e sia nel trovare strumenti e partner per finanziare gli interventi. Un gruppo di lavoro composto da rappresentanti sia regionali che del consorzio industriale avrà il compito di coordinare tutte le attività legate alla reindustrializzazione del sito.

Ad ottobre sarà pubblicato il bando internazionale per raccogliere progetti per riconvertire il sito che dovranno avere caratteristiche ben precise: qualità della proposta, sostenibilità e ricadute occupazionali, con particolare attenzione per gli ex dipendi della VDC.

Il sostegno arriverà dal Piano di reindustrializzazione del Lazio da 150 milioni di euro e dal buon utilizzo delle risorse europee della nuova programmazione UE, complessivamente oltre 3,7 miliardi. Il primo bando da 71 milioni di euro, il Call of Project, sarà aperto già a partire dal 20 luglio.

Sarà un percorso trasparente e aperto alla partecipazione locale. L’accordo infatti prevede di aprire un tavolo di concertazione che possa accelerare il più possibile la reindustrializzazione coinvolgendo in prima persona i sindaci. Già in un incontro che si terrà il 9 luglio. Verrà inoltre siglato un protocollo di legalità con la prefettura e altri enti, in modo da rendere tutto il processo il più trasparente e sicuro possibile.

A questo si assocerà l’avvio, come sottolineato dal presidente Asi Francesco De Angelis, anche della riconversione in Apea (aree produttive ecologicamente attrezzate) delle zone industriali di Anagni, Frosinone, Sora e Ceprano. Su questo punto è stata già depositata una proposta di legge sulla Apea che mi vede come prima firmataria.

Grazie all’impegno costante del Presidente Zingaretti e del Consorzio, siamo vicini ad una definitiva svolta che riguarderà tutta la Valle del Sacco per avviare in tempi strettissimi una nuova fase industriale, fatta di innovazione e sostenibilità.

ABBRUZZESE, PLAUDE ALLA FIRMA DEL PROTOCOLLO

"Sui progetti di rilancio economico si deve fare necessariamente squadra, a prescindere dalle appartenenze politiche. Pertanto, ben venga il protocollo d'intesa per la reidustrializzazione del sito

ex VDC di Anagni, tra il Consorzio Asi di Frosinone e la Regione Lazio". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, vice presidente della Commissione Sviluppo Economico, Lavoro e Pmi. "Sarà fondamentale coordinare in modo concreto tutte le attività connesse al progetto di rilancio del sito, che risulta fondamentale per lo sviluppo e l'occupazione di questo territorio". Ha concluso

Abbruzzese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Cassino, è Antonio Pecchia il disabile trovato morto in casa (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento