Valle Del SaccoToday

Frosinone, Amata: recuperare fondi da accordo di programma per VDC e Marangoni

Marangoni e Vdc, amata al ministro guidi: “recuperare i fondi dell’accordo di programma per salvare due siti produttivi importanti, come é stato fatto in altre realtà d’italia

Marangoni e Vdc, amata al ministro guidi: “recuperare i fondi dell’accordo di programma per salvare due siti produttivi importanti, come é stato fatto in altre realtà d’italia

Sarebbe opportuno recuperare i soldi ancora disponibili dell’Accordo di Programma per finanziare il progetto Bonifazio, escluso per mero errore dal bando e salvaguardare un sito industriale e un capitale umano di circa 700 famiglie come quello della Marangoni Tyre Spa di Anagni”. E’ quanto scrive il vicepresidente della Provincia di Frosinone Andrea Amata, delegato alla promozione, coordinamento e realizzazione di interventi nel campo economico e produttivo, nella lettera indirizzata al Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi. Nella missiva rivolta al ministro, il consigliere Amata non si limita solamente a perorare la causa della Marangoni, ma evidenzia anche le ulteriori criticità relative all’Accordo di Programma, in particolare sulla Vdc. “Proprio ieri – continua il consigliere Amata - abbiamo ricevuto i lavoratori della ex Vdc che chiedono di sapere perché si è bloccata la procedura che avrebbe dovuto favorire il loro reimpiego. Chiedono inoltre che venga rimodulato l’Accordo di programma in maniera tale da permettere la partecipazioni di un numero più elevato di aziende, quindi aumentare le possibilità di reinserimento lavorativo”. “Tutto ciò considerato – spiega Amata al ministro Guidi – non sarebbe il caso di destinare i fondi ancora disponibili dell’Accordo di programma per le vertenze aperte nell’area Nord, come è stato fatto per la Bridgestone di Bari, per Alitalia e per l’Ilva di Taranto?”. “E’ tempo, infatti, - argomenta il vicepresidente della Provincia – che il nostro territorio non venga più considerato alla stregua di una terra di confine, ma abbia quella dignità e quel rispetto da parte delle istituzioni che il popolo ciociaro, per impegno, abnegazione, capacità di sacrificio, merita”. “Mi aspetto che il ministro raccolga questo invito – conclude Andrea Amata – è un invito alla responsabilità nei confronti di un popolo, stanco di atteggiamenti di disparità, ma che vuole solo essere messo in condizione di camminare con le proprie gambe”. GIORNATA DEL RISPARMIO ENERGETICO, CAPERNA: “COMPLIMENTI A SCUOLE, COMUNE E ASSOCIAZIONI CHE DOMANI SENSIBILIZZERANNO IL TERRITORIO RISPETTO ALL’USO CONSAPEVOLE DELLE RISORSE” Domani, 13 febbraio, la Provincia di Frosinone aderirà alla campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico dal titolo, “M’illumino di meno”. Verranno spente le luci del Palazzo provinciale, come gesto simbolico teso a stimolare la riflessione sull’uso consapevole dei beni come l’energia. A farsi promotore dell’iniziativa il consigliere proprio con delega all’Energia Germano Caperna, che ha voluto coinvolgere anche il territorio rispetto a questa tematica e a questa campagna, in particolare sensibilizzando le scuole. E domani, oltre alla Provincia, saranno diversi i Comuni che aderiranno alla Giornata del risparmio come Frosinone, Veroli, Castelliri e Isola del Liri, così come fattivo sarà il contributo delle associazioni, in particolare Ciociaria For Onlus. Tra le scuole e gli istituti di formazione che hanno dato la loro adesione, l’Istituto di istruzione superore di Alatri “Sandro Pertini” della dirigente Anna Maria Greco, che ha organizzato un flash mob in piazza S. Maria Maggiore alle ore 18,15. Così come ha aderito anche l’Accademia di Belle arti. “Voglio complimentarmi con tutti gli organizzatori delle iniziative che domani sensibilizzeranno il territorio rispetto ad una tematica importante come il risparmio energetico scuole, comuni, istituzioni, associazioni – ha spiegato Germano Caperna – E’ il tema del consumo responsabile delle risorse uno dei fondamenti di una società futura responsabile e attenta alla salvaguardia dell’ambiente”. “La Provincia – conclude Caperna – spegnerà per alcuni momenti le luci del palazzo, come gesto simbolico, per ricordare il valore delle risorse che abbiamo a disposizione e che dobbiamo utilizzare in maniera oculata e attenta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anagni, 15enne muore durante l' elitrasporto al Bambino Gesù

  • Sora, muore a soli 35 anni l'autotrasportatore Gianluca Caschera

  • Villa Santa Lucia, va da un concessionario per acquistare una nuova auto e muore

  • Cassino, raccapricciante scritta nei confronti del segretario della Lega giovani

  • Incidente alla stazione di Ceccano, una persona finisce sotto al treno

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento