Valle Del SaccoToday

Fiuggi, arrestato un noto commerciante 37enne per minacce, sequestro di persona e lesioni personali

Fiuggi, i Carabinieri della Stazione di Anagni, al termine di una delicata e complessa indagine coordinata dal Procuratore della Repubblica di Frosinone, traevano in  arresto in esecuzione di Ordinanza applicativa di misura cautelare personale in...

Fiuggi, i Carabinieri della Stazione di Anagni, al termine di una delicata e complessa indagine coordinata dal Procuratore della Repubblica di Frosinone, traevano in arresto in esecuzione di Ordinanza applicativa di misura cautelare personale in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone un insospettabile commerciante 37enne del luogo, ritenuto responsabile, unitamente ad altri due indagati, di atti persecutori, furto aggravato, minaccia, sequestro di persona, lesioni personali e violenza privata, ai danni di una giovane di Anagni.

La vicenda, che ha inizio nel lontano 2003 con telefonate anonime sul cellulare della vittima, è andata nel tempo crescendo di gravità e si è concretizzata in condotte altamente offensive ed allarmanti. L’indagine condotta dai Carabinieri di Anagni sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Frosinone, sviluppatasi attraverso l’escussione della vittima e di testi, le acquisizioni documentali ed i puntuali riscontri tecnici, ha permesso di scoprire che la giovane donna veniva sottoposta da oltre un decennio ad un’assillante ed abituale condotta persecutoria ed oltraggiosa, connotata da modalità pervasive, estrinsecatasi in minacce, telefonate, intrusioni in casa, sequestro di persona, messaggi telefonici molesti e dal contenuto minatorio, fino a toccare il figlio della parte offesa – bambino in tenerissima età - avvicinato dall’arrestato e fatto oggetto a soli 4 anni di gravissime minacce. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Frosinone;

Acuto, i Carabinieri della locale Stazione, traevano in arresto un 34enne del luogo in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Frosinone, che ha accolto integralmente le risultanze investigative dei militari operanti, i quali hanno acquisito inequivocabili elementi di colpevolezza nei confronti dell’arrestato in relazione ad un furto consumato lo scorso 2 luglio ad Acuto;

COMPAGNIA DI SORA

Casalvieri, i militari della locale Stazione, nel corso di servizio per il controllo del territorio teso alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, intercettavano e controllavano due persone residenti in provincia di Macerata e Fermo già censite, mentre si aggiravano con fare sospetto nei pressi di abitazioni isolate di quel Centro.

Ricorrendone i presupposti di legge, le stesse venivano proposte per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre. Nella circostanza una delle due persone veniva anche deferita in stato di libertà per possesso ingiustificato di un coltello a serramanico di genere proibito, sottoposto a sequestro.

Potrebbe interessarti

  • Una cerimonia a Cortina per ricordare Fabrizio Spaziani, il medico ciociaro precipitato con l'elicottero (foto e video)

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Spazio, c'è la firma della brillante astronoma frusinate Sara Turriziani sul telescopio Mini-EUSO

  • Non è una provincia per turisti, il Sole 24 Ore spedisce la Ciociaria in fondo alla classifica nazionale

I più letti della settimana

  • Atina, fa un incidente con l'auto delle Poste e si scopre che a bordo c'è anche la madre, denunciata

  • Incidente con il trattore, muore Angelo Patrizi. Oggi i funerali

  • Cassino, rapina a mano armata in pieno centro

  • Paliano, morte di Mario Martini, automobilista serronese indagato per omicidio stradale

  • Tir a fuoco in A1, code e rallentamenti tra Caianello e San Vittore (foto)

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento