Valle Del SaccoToday

Anagni, denunciata una 19enne meritrice. Ausonia, “caldo” vecchietto identificato palpeggiva le studentesse sul pullman

Cervaro, i militari del NORM della Compagnia di Cassino, traevano in arresto M.F., 24enne del luogo già censito, nei confronti del quale l’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino,

Cervaro, i militari del NORM della Compagnia di Cassino, traevano in arresto M.F., 24enne del luogo già censito, nei confronti del quale l’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino, emetteva l’ordine di revoca di Decreto di Sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo datato 29.05.2013, dovendo espiare giorni 9 di reclusione per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti”. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Cassino;

Sant’Elia Fiumerapido, i militari della locale Stazione, a conclusione di serrate indagini deferivano in stato di libertà per il reato di “furto aggravato continuato” un imprenditore 49enne di Cassino, titolare di una ditta operante nel settore di alimenti surgelati. Il predetto, dall’1.12.2011 al 17 maggio 2013, si rendeva responsabile dell’appropriazione di energia elettrica, non quantificata, mediante l’apposizione di un magnete permanente posto sulla parte superiore del contatore che lo rendeva mal funzionante;

Piedimonte San Germano, i militari della locale Stazione, nel corso di un predisposto servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, intercettavano e controllavano due cittadini di nazionalità macedone ed albanese domiciliati in provincia di Arezzo e già censiti, mentre si aggiravano con fare sospetto nei pressi di abitazioni isolate di quel Centro. Ricorrendone i presupposti di legge, gli stessi venivano proposti per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre;

COMPAGNIA DI ANAGNI

i militari dei Reparti della Compagnia di Anagni espletavano un servizio coordinato di controllo del territorio finalizzato a contrastare i reati in genere, nel corso del quale veniva deferito in stato di libertà un 42enne di Anagni per “guida in stato di ebbrezza” accertata mediante apparecchiatura etilometrica, mentre una meretrice 19enne cittadina rumena veniva deferita per “atti contrari alla pubblica decenza”. Nello stesso contesto operativo i militari operanti avanzavano proposta di irrogazione di F.V.O. nei confronti di quattro persone, intercettate nei pressi di abitazioni isolate ed obiettivi sensibili.

Nella circostanza venivano altresì conseguiti i seguenti risultati con l’impiego di 11 militari e 5 automezzi:

- eseguite 5 perquisizioni;

- controllate 50 persone e 29 autoveicoli;

- elevate 3 contravvenzioni al C.d.S.;

- ritirate 1 patente di guida;

- eseguiti 3 controlli etilometrici.

COMPAGNIA DI PONTECORVO

Ausonia, i carabinieri della locale stazione, eseguivano l’ordinanza cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza emessa in data 31 maggio 2013 dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Cassino, nei confronti di un pensionato 70enne indagato per il reato di “tentata violenza sessuale ai danni di minore”. L’Autorità giudiziaria procedente emetteva il provvedimento cautelare condividendo le risultanze investigative acquisite dai militari della Stazione di Ausonia che, dal decorso mese di marzo, si erano attivati avendo recepito una serie di inquietanti segnalazioni da parte di giovani studentesse che quotidianamente viaggiavano a bordo di mezzi di linea sulla tratta Formia-Cassino.

In particolare le giovani vittime avevano reiteratamente subito le morbose attenzioni del 70enne indagato che spesso, viaggiando a bordo dello stesso mezzo di linea e approfittando della calca dovuta al numero dei passeggeri presenti, perpetrava atti di violenza sessuale consistenti in palpeggiamenti ed apprezzamenti.

In relazione alle gravi condotte denunciate, i militari avevano attuato una serie di discrete verifiche sulla stessa linea, rilevando la sussistenza dei gravi indizi di colpevolezza nei confronti del soggetto identificato;

COMPAGNIA DI SORA

Monte San Giovanni Campano, i militari della locale Stazione, deferivano in stato libertà un 27enne cittadino tunisino del luogo. Lo stesso spendeva presso un esercizio pubblico del posto una banconota da 10 euro falsa. Individuato e controllato dai militari operanti veniva trovato in possesso di ulteriore banconota falsa da euro 20. L’umo non dava alcuna spiegazione sulla provenienza delle banconote false trovate in suo possesso e sottoposte a sequestro.

Potrebbe interessarti

  • Una cerimonia a Cortina per ricordare Fabrizio Spaziani, il medico ciociaro precipitato con l'elicottero (foto e video)

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

  • Spazio, c'è la firma della brillante astronoma frusinate Sara Turriziani sul telescopio Mini-EUSO

I più letti della settimana

  • Atina, fa un incidente con l'auto delle Poste e si scopre che a bordo c'è anche la madre, denunciata

  • Cassino, rapina a mano armata in pieno centro

  • Incidente con il trattore, muore Angelo Patrizi. Oggi i funerali

  • Paliano, morte di Mario Martini, automobilista serronese indagato per omicidio stradale

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

  • Sora, don Piacentini accolto davanti alla chiesa con lo striscione "Siamo tutti sulla stessa barca"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento