Valle Del SaccoToday

Coronavirus, quarto caso a Carpineto Romano, il primo fuori del nucleo familiare

L’appello del Sindaco: “dobbiamo restare calmi e continuare a stare a casa”

La giornata di lunedì 23 è stata caratterizzata per la comparsa di diversi casi di perone positive al Coronavirus nelle zone a sud di Roma tra l’area Casilina ed i monti prenestini. Dopo i casi di Valmontone (il primo dall’inizio dell’emergenza) e quello di Segni in serata c’è stato anche il quarto caso a Carpineto Romano, il primo esterno al nucleo familiare dove nei giorni scorsi si erano registrati i primi tre casi.

Le parole del sindaco Cacciotti

“Lunedì pomeriggio sono stato informato che un altro nostro concittadino è risultato positivo al tampone del coronavirus. È il quarto caso per il nostro paese – spiega sui social il primo cittadino Stefano Cacciotti - ma, purtroppo, il primo slegato dagli altri casi di positività riscontrati. L’impennata alla quale abbiamo assistito durante l’ultima settimana non deve spaventarci ma sicuramente deve spingerci a riflettere: restare a casa è l’unico modo per evitare il contagio. Non ci sono alternative.

Il tampone verrà fatto ai familiari

Comunque sono stato fino a poco fa in contatto con la nostra Asl per ricostruire la rete di contatti della persona, mentre i familiari saranno sottoposti a tampone nelle prossime ore. Notizie più dettagliate saranno fornite nelle prossime ore”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La solidarietà dei carpinetani

“I carpinetani stanno reagendo bene e di questo sono orgoglioso. Hanno mostrato solidarietà – ha spiegato lo stesso sindaco al sito lanternaweb.it - verso la famiglia colpita da questo dramma e stanno rispondendo alle disposizioni governative con responsabilità e grande senso civico. Inoltre il lavoro dei volontari e del nostro mondo associativo ha messo in risalto ancora una volta il grandissimo spirito di comunità che ha sempre caratterizzato il nostro paese. Poi è fisiologico che all’interno di una comunità ci sia una piccola percentuale di cittadini restìa ad attenersi alle disposizioni del decreto, ma a questo stanno pensando le forze dell’ordine che portano instancabilmente avanti un grandissimo lavoro di prevenzione e repressione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento